Difendere l'Europa, il futuro dei nostri figli !


Come ogni anno, all'inizio dell'estate, l'Europa si trova ad affrontare una recrudescenza del traffico illegale di clandestini, una volta chiamato « commercio di schiavi », oggi è organizzato dagli oligarchi internazionalisti e cosmopoliti come Soros, i gruppi mafiosi di stampo islamico e le ONG globaliste.

L'Italia, lasciata sola nella gestione dei flussi migratori in Europa, è particolarmente colpita da questo attivismo a causa della sua posizione nel Mediterraneo. Da più’ di 17 giorni una nave battente bandiera olandese, con capitano tedesco che ospita illegalmente clandestini che con ogni probabilità’ non scappano da nessuna guerra, recuperati sulla costa della Libia, vuole attraccare a tutti i costi in un porto italiano, invece di andare in un porto olandese o tedesco come impone il regolamento del mare.

L’Italia difende i diritti all'immigrazione legale e controllata, anche le nostre isole sorelle Sicilia e Sardegna, in sinergia con Roma, fanno parte di un approccio di responsabilità. Solo la Corsica manovrata da oscure ideologie suicidare e jacobine esce dal coro, la Corsica non può apparire come « l’ anello debole » delle isole del MARE NOSTRUM.

LEIA NAZIUNALE apprezza la politica delle autorità italiane. LEIA NAZIUNALE chiede alle autorità politiche corse di smettere di incentivare la tratta di esseri umani e di smettere di parlare nel nome del popolo corso che non rappresentano piu’ e di entrare a far parte di questa dinamica avanguardista del ripristino dell'ordine nel Mediterraneo.

Ogni europeo è responsabile del destino dell'Europa e dei suoi figli, ogni provincia in Europa deve prendere il suo posto nella difesa del continente. Difendere l’Europa con il buon senso e il rispetto della legge.