Ghjuventù incatinata, populu in lotta !


Parechje decine di parsone si sò addunite stu mercuri 25 di ghjennaghju davanti à u tribunale di Bastia, pè sustene dui ghjovani incarcerati dapoi più di trè mesi, è dui altri mess'in esame per via d'un cartulare viotu, in seguita à l'affare REIMS-BASTIA è a manifestazione di u 20 di ferraghju 2015 ( 8000 corsi in carrughju per mughjà a so brama di ghjustizia ) . I so avucati anu fattu una dumanda di rimessa in libertà per i dui imprighjunati è scumbattenu per ottene l'annulamentu di a procedura . A risposta hè prevista per l'ottu di ferraghju prussimu.

A settimana scorsa, per listessu cartulare, e familglie è l'amichi di i ghjovani sò stati culpiti da a "e forze di l'ordine" à l'entrata di u tribunale . Un babbu di famiglia hè statu lampatu in terra è minatu, "culpevule" d'avè vulsutu salutà u so figliolu incarceratu. Di pettu à sta viulenza inaccetevule è sistematica cuntr'a i nostri, ci tocca, più chè mai, à esse uniti è sulidarii, per fà fronte à l'inghjustizia è à l'odiu culuniale, postu chi i sustenitori di u SCB sò prima di tuttu perseguitati cume corsi cuscenti. Sta mossa per a Ghjustizia è a Verità si scrive in un'andatura più larga è pulitica, quella di a lotta di u populu corsu, à so vulintà d'esse rispettatu è ricuniscutu cume sughjettu puliticu maestru di u so destinu.

Di pettu à l'ordine culuniale, ùn pianterà a risistenza populare !