Lettera à i nosci malpinsenti


In lu 1755, Pasquale Paoli scrivìa in a dichjarazioni d'indipendenza u principiu sacru di "l'impieghi prima à i corsi". A cursisazioni di l'impieghi era dighjià in branlu . Nimu à l'ebica, in lu mondu sanu, ci hà vistu una discriminazioni di razza, ma più una prutizione di u so populu.

Oghji, in lu 2017, à l'epica di a mundialisazioni, indù l'identità particulare ùn hà piazza, no, LEIA NAZIUNALI, semu cumu l'arcusgi di Pasquale Paoli, ci battimu pà dà li di novu i so lettari d'oru à a noscia terra è à u so populu : u Populu Corsu ! Un ricunniscimu micca a famosa "cummunità di distinu" ch'ùn voli dì nudda ! No, Leia Naziunali, semu pà u veru populu corsu !

Essa corsu ùn voli dì campà in Corsica dipoi un certu paghju d'anni.

Essa corsu hè arrizzassi a mani è ringrazià u Signori d'un alba nova chi spunta à l'orizonti.

Essa corsu hè piglià in li so mani un pugnu di terra è dissi ch'ed hè quissa a vera richezza.

Essa corsu hè ascultà a voci di l'antinati quandu mughja u ventu.

Essa corsu hè rispettà u locu indù hè cascatu l'omu mittanducci una croci.

Essa corsu hè fighjulà u celu, fassi croci è piglià a strada.

Essa corsu hè cantà tantu ch'eddu ci hè aria in li so pulmoni.

Essa corsu hè sopratuttu, alzassi cuntr'à l'inghjustizia, falà in carrughju è mughjà "Libertà" quandu l'uppressoni hè troppu forti.

Essa corsu hè parlà a so lingua, difendala cum'un diamanti sacru, unicu è preziosu, lascitta da i nosci antinati.

Essa corsu hè essa naziunalistu, l'unu ùn va senza l'altru è l'unu nasci cù l'altru.

Ma sopratuttu , essa corsu hè avè sta rabbia in fondu à lu so cori, di vulè difenda, fin'à a morte a so terra di l'invadori è di i scalaticci chi li mancariani di rispettu.

Eccu perchi no, Leia Naziunali, semu opposti à a "cummunità di distinu" chi hè più un buligheghju di ghjenti ch'un accolta di parsoni, corsi di sangui, corsi di cori, corsi di fora, chi ùn anu cha una sola primura : fà u bè pà a Corsica , sendu uniti !

Semu l'eredi di un populu marturiatu dà l'invasioni massivi dipoi seculi è seculi, allora semu prudenti, vighjilenti, di pettu à i frusteri chi venani indè no !!

Quiddu chi vene pà campà in Corsica devi rispettà i nosci valori, i nosci usi vighjaconi ma chi faccini a noscia identità : semu cristiani è fieri ! A laicità hè un principiu francesu è ùn ci ricunniscimu micca francesi ! I nosci ghjegii, cimiterrii sò lochi sacri !

U Canada imponi à quiddu chi si vò stalà culà ciò chi no, Leia Naziunali, dumandemu pà fà parte di u populu corsu . Allora chì ni penseti ? Semu no i tonti ?